Tignola della vite (Eupoecilia ambiguella) Avversità >>

Classificazione

Classe: Insetti

Ordine: Lepidotteri

Famiglia: Cochilidi

Genere: Eupoecilia

Specie:  E. ambiguella  (Hübner)  

Sin.:  Clysia ambiguella  (Hübner)

Descrizione

  • L'insetto adulto è una farfalla di piccole dimensioni (10-15 mm di apertura alare), il colore delle ali varia a seconda della posizione: giallastre con una striscia trasversale nerastra per quelle anteriori, grigio-giallastro per quelle posteriori.
  • Uova: leggermente ellittiche, giallo chiaro, misurano 0,8 mm di lunghezza.
  • Larva: 11 mm, giallo rossastra - brunastra, testa e palcca toracica nero brillante. Setole molto lunghe disseminate su tutto il corpo.

Biologia

L'insetto sverna come crisalide sotto il ritidoma o in altri anfratti del vigneto (pali di legno, vecchi ceppi, ecc.), in primavera compaiono gli adulti e ad aprile-maggio avviene la deposizione delle uova da cui ha origine la prima generazione di larve che sono antofaghe, queste si incrisalidano e fra giugno e luglio compaiono i nuovi adulti che con la deposizione delle uova danno origine alla seconda generazione (larve carpofaghe) che ha un ritmo di accrescimento abbastanza lento e originano le crisalidi svernanti.

 

L'insetto, in genere compie due generazioni all'anno ma non sono rari i casi della nascita della terza generazione.

Danni

Il danno si verifica sia sul grappolo fiorale (prima generazione) sia sugli acini (seconda generazione) determinando gli stessi effetti negativi della Lobesia.