Cocciniglia di San Josè (Quadraspidiotus perniciosus) Avversità >>

Identificazione dei sintomi

È originaria della Cina ed arrivata in Europa alla fine del 1880. L'insetto trascorre la maggior parte del suo ciclo vitale protetto da uno scudetto o follicolo di colore grigiastro-plumbeo. Spesso gli scudetti dei vari insetti, stando troppo vicini fra loro, formano degli strati (manicotti) a volte molto spessi ed impermeabili anche ai trattamenti. Questi strati generalmente si possono trovare sugli organi legnosi (generalmente le branche e i rami, raramente il tronco). Oltre a questi questa cocciniglia può attaccare i frutti e le foglie.
  • Sintomi sugli organi legnosi: Queste cocciniglie provocano con le loro punture e la conseguente emissione di saliva delle iniziali alterazioni cromatiche rossastre, successivamente i tessuti colpiti necrotizzano determinando deformazioni e progressivi deperimenti. 
  • Sintomi sulle foglie: Compaiono punteggiature necrotiche con conseguente filoptosi. 
  • Sintomi sui frutti: L'attacco si evidenzia con macchie rossastre al cui centro si nota un punto grigiastro che è il follicolo del Diaspino. Le macchie possono essere sparse o concentrate in alcuni punti. La presenza di queste macchie, sui frutti, determina il loro deprezzamento e ne impedisce anche l'esportazione.

Ciclo biologico

Sverna allo stadio di neanide, di prima o seconda età, sotto i follicoli presenti negli organi legnosi. In primavera le neanidi completano il ciclo di sviluppo; subito dopo avviene la fecondazione dalle quali, nei mesi di maggio-giugno, nascono le neanidi di prima generazione. A questa ne seguono una seconda tra luglio e agosto ed una terza generazione a fine estate. L'insetto compie tre generazioni all'anno.

Fattori di rischio

  • Attacco durante l'annata precedente.
  • Presenza, nel circondario, di fruttiferi sparsi e di frutteti abbandonati.
  • Piante con chioma fitta, fessurazioni corticali e presenza di pali contigui alle piante che impediscono la copertura ottimale con fitosanitari.

Misure agronomiche

  • Se sono attaccati singoli rami si può procedere alla loro eliminazione e bruciatura.
  • Prevedere una forma della pianta meno fitta che garantisca una buona bagnatura con i fitosanitari.

Controllo e soglia di intervento

Per la cocciniglia di San José vale la "tolleranza zero". Per questo motivo la soglia di intervento è da considerarsi raggiunta non appena si verifica la presenza dell'insetto nel frutteto.

 

Fonte: beratungsring.org