Dazomet Principi attivi >> Nematocidi

Fumigante per la disinfestazione del terreno in assenza di coltura, vivai, semenzai.
Spettro d'azione
È indicato per il controllo di nematodi, funghi, insetti terricoli e malerbe.
  • Azione nematocida: attivo contro i nematodi che vivono in forma libera nel terreno (Pratylenchus spp., Parathylenchus spp., Rotylenchus spp., Hoplolaimus spp.) e i nematodi galligeni delle radici (Meloidogyne spp.); agisce anche sulle forme protette da cisti (Heterodera) e sulle anguillule degli steli (Ditylenchus dipsaci).
  • Azione fungicida: efficace contro i funghi del suolo che provocano morie, avvizzimenti, marciumi delle radici, ecc. come Fusarium spp., Pythium spp., Thielavia spp., Rhizoctonia spp., Verticillium spp., ecc.
  • Azione insetticida: attivo contro la generalità degli insetti terricoli, nei diversi stadi di sviluppo.
  • Azione diserbante: controlla le infestanti mono e dicotiledoni che si moltiplicano per seme, rizomi e bulbilli; sui semi agisce solo se si trovano in fase di germinazione.
Formulazioni
  • Granulare
  • Polvere bagnabile
  • Liquido 
Fitotossicità

Fortemente fitotossico; prima di procedere alla semina o al trapianto nel terreno trattato, si consiglia di accertare la completa scomparsa dei metaboliti gassosi mediante il "test del crescione".

Funzionamento

Durante il processo di decomposizione del p.a. nel suolo, si formano dei gas quali il metil isotiocianato e l'idrogeno solforato che sono i responsabili dell'attività biologica.
 
Metilisotiocianato risultante dall'impiego di dazomet e metam
Informazioni mediche
SINTOMI: irritante per cute e mucose. Negli animali da esperimento: eccitazione motoria, contrazioni muscolari e formazione di metemoglobinemia.

 

TERAPIA: sintomatica. Blu di metilene se comparsa di metemoglobina superiore al 30%, se inferiore vit. C ad alte dosi (4-5 g).

  • da Circolare 3 settembre 1990, n. 20 (Supplemento ordinario G.U. n. 216 del 15 settembre 1990):
Simbolo/indicazione di pericolo: Xn (nocivo)
Frasi di rischio (R) : 21/22
Consigli di prudenza (S) : 2-13
Proprietà tossicologiche
DL 50 orale acuta ratto 520 mg/Kg
DL 50 orale acuta topo maschio 455 mg/kg
DL 50 orale acuta topo femmina 710 mg/kg
DL 50 dermale acuta ratto > 2000 mg/Kg
CL 50 (4 h) inalatoria ratto 8.4 mg/l
Tossicità per gli uccelli:
DL 50 Colinus virginiansu 415 mg/kg
CL 50 Colinus virginianus 1850 mg/kg dieta
CL 50 Anas platyrhynchos > 5000 mg/kg dieta
Tossicità per i pesci:
CL 50 (96 h) 0.1 mg/l
Non tossico per le api
Coltura LMR
Coltura Carenza (gg)