Ditianon Principi attivi >> Fungicidi

Fungicida autorizzato su pesco, melo, pero, fragola, vite, ortaggi (peperone, pisello, pomodoro, spinacio), patata, riso (come disalgante), colture floreali e ornamentali.
Spettro d'azione
Combatte diverse malattie crittogamiche tra cui Ticchiolatura, Bolla, Corineo, Cancri rameali, Monilia, Peronospora.
Come agisce
Fungicida di contatto dotato di una spiccata attività preventiva.
E' attivo anche a basse temperature e assicura una prolungata persistenza d'azione.
Nei confronti della Ticchiolatura del melo e del pero esplica un'azione retroattiva sino a 48-60 ore.
Formulazioni
  • Polvere bagnabile
  • Granuli idrodispersibili
  • Sospensione concentrata
Modalità di impiego
 
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 66% di p.a. sotto forma di granuli idrodispersibili.

 

Epoche d'impiego: Trattamenti preventivi ad intervalli di 7-10 giorni in funzione dell'andamento meteorologico. Può essere impiegato sia da solo a turni fissi, che in miscela e/o alternanza con prodotti a diverso meccanismo d'azione. 

  • Melo: Ticchiolatura, Marciume lenticellare, cancri rameali: 100-120 g/hl nei trattamenti preventivi in zone ad alta virulenza della malattia; 80-90 g/hl in zone e periodo meno favorevoli. Interventi dalla ripresa vegetativa alla fase di frutto-noce.
  • Pero: Ticchiolatura: 80 g/hl, interventi dalla ripresa vegetativa alla fase di frutto-noce. Cancri del legno: 150 g/hl, inizio in fase autunnale, proseguimento alla ripresa vegetativa.
  • Pesco: Bolla, Corineo, Fusicocco (cancro), Monilia: 100-150 g/hl. A caduta foglie, rottura gemme, bottoni rosa, caduta petali e in caso di grandinate e/o diradamento.
  • Vite: Peronospora: 100-120 g/hl, nella fase di maggior suscettibilità al patogeno.
  • Pomodoro: Peronospora: 150 g/hl, nei periodi favorevoli all'infezione.
  • Patata: Peronospora: 150 g/hl, nei periodi favorevoli all'infezione.
  • Fragola: Vaiolatura: 100 g/hl, nei periodi favorevoli all'infezione.
  • Peperone: Peronospora: 120 g/hl, nei periodi favorevoli all'infezione.
  • Spinacio: Peronospora fogliare: 100 g/hl, nei periodi favorevoli all'infezione.
  • Pisello: Antracnosi e Cilindrosporiosi: 120 g/hl, nei periodi favorevoli all'infezione.
  • Fiori ed Ornamentali (in pieno campo): Ticchiolatura e Ruggine della rosa, Vaiolo e Ruggine del garofano, Botrite e Antracnosi del ciclamino, Botrite e maculatura fogliare della primula, Botrite, ruggine dell'azalea e dell'erica, Antracnosi del ficus, Septoria dell'oleandro, ruggine del Rododendro: 80-100 g/hl, nei periodi favorevoli all'infezione. 
Compatibilità
Miscibile con i più comuni antiparassitari ad esclusione degli oli minerali. Prima di procedere al trattamento assicurarsi che siano trascorsi almeno 20 giorni da un eventuale precedente irrorazione con olio minerale.
Fitotossicità
Colture ornamentali: data la molteplicità delle varietà coltivate, è consigliabile effettuare piccoli saggi preliminari di selettività.
Altre notizie
È caratterizzato da una una elevata attività fungicida che rimane costante e persistente sia a basse che ad alte temperature mostrando contemporaneamente in ogni condizione elevata selettività colturale su tutte le varietà di melo a buccia sia gialla che rossa ma anche sulle varietà di pero sensibili al Mancozeb.
 
Presenta inoltre una buona resistenza al dilavamento e un'azione stimolante sulla vegetazione, favorendo altresì la cicatrizzazione di tessuti lesionati dalla grandine o da altre cause.
Rispetta gli insetti utili ed innocuo nei confronti delle api.
Funzionamento
Interferisce con la respirazione delle cellule fungine per inibizione dell'attività di enzimi solfidrilici.
 
Informazioni mediche
SINTOMI: irritante oculare e cutaneo; per ingestione: scialorrea, vomito e diarrea.

TERAPIA: sintomatica.

  • da Circolare 3 settembre 1990, n. 20 (Supplemento ordinario G.U. n. 216 del 15 settembre 1990):
Simbolo/indicazione di pericolo: Xn (nocivo)
Frasi di rischio (R) : 20/21/22
Consigli di prudenza (S) : 2-13
Proprietà tossicologiche
DL 50 orale acuta su ratto 638 mg/Kg
DL 50 dermale acuta su ratto > 2000 mg/Kg
CL 50 (4 h) inalatoria acuta su ratto c. 3 mg/l aria
 
Coltura LMR
Actinidia (kiwi) 0.01
Aglio 0.01
Albicocco 0.5
Arancio 1
Asparago 0.01
Avena 0.01
Barbabietola da zucchero 0.01
Carciofo 0.01
Castagno 0.01
Cavoletto di Bruxelles 0.01
Cavolfiore 0.01
Cavoli 0.01
Cetriolo 0.01
Ciliegio 2
Cipolla 0.01
Cocomero (anguria) 0.01
Colza 0.02
Fagiolino 0.01
Fagiolo 0.01
Fico 0.01
Fragola 0.01
Frumento 0.05
Girasole 0.02
Lampone 3
Lenticchia 0.01
Limone 1
Mais 0.01
Mandarino 3
Mandorlo 0.05
Melanzana 0.01
Melo 3
Melograno 0.01
Melone 0.01
Mirtillo 0.01
Nespolo 3
Nocciolo 0.01
Noce 0.05
Olivo 0.01
Orzo 0.01
Patata 0.1
Peperone 0.6
Pero 3
Pesco 0.5
Pisello 0.6
Pistacchio 0.01
Pomodoro 0.6
Pompelmo 1
Porro 0.01
Ribes 3
Riso 0.05
Scalogno 0.01
Sedano 0.01
Segale 0.01
Soia 0.02
Sorgo 0.01
Spinacio 0.6
Susino 0.5
Vite 3
Zucca 0.01
Zucchino 0.01
Coltura Carenza (gg)
Melo 35
Pero 35